11 GIUGNO 2000 PINO FANTINI E AURELIO SPINELLI, DINAMICHE PRESENZE E ANGOSCIOSE ASSENZE


Negli anni '70, in Italia e soprattutto a Milano, le fabbriche erano il cuore dell'attività produttiva e la meta quotidiana per migliaia di lavoratori. Attorno ad esse gravitava gran parte della vita politica e sociale del nostro paese. Che ne è oggi di questa realtà?

Le fotografie di Pino Fantini (degli anni '70) e quelle di Aurelio Spinelli (del 2000) ci accompagnano in questo spaccato di vita italiano nell'arco di circa trent'anni dove alle dinamiche presenze di un tempo si sono sostituite delle assenze che, nella solitudine e nel degrado delle strutture risultano tanto inquietanti quanto angosciose.