3 GIUGNO 2018 - BRUNO MADEDDU APPUNTI DI VITA

Appunti di vita

Il titolo della mostra rispecchia il contenuto per la coerenza da sempre dimostrata da un artista fotografo perennemente votato alla qualità della sua comunicazione. Appunti segnati con la matita rossa sul personale e privato libro di viaggio, una comunicazione veloce a punti e linee per velocizzare l’intesa con i fruitori delle proprie immagini, un telegramma capace di raccontare facendo immaginare quanto ha considerato, il nostro Autore, meritevole di entrare nel segreto scrigno del proprio sensore e delle sensazioni provate.
La fotografia da sempre portata avanti da Madeddu mostra un realismo permeato di memorie, squarci di vite fissati sul supporto fotografico, carpiti al divenire del tempo, visioni semplici di scoperte nel quotidiano soffermandosi ora su volti e scene familiari, ora sulla magia di uno sguardo sconosciuto, ora sul dono di un sorriso inatteso oppure di una situazione ambientale insperata e nuova.

Sardo d’origine e sarzanese d’adozione, Bruno Madeddu inizia a scattare prestissimo: prima con una Bencini Comet e poi con la “tanto sospirata” reflex. All’attivo ha oltre 60 mostre fotografiche in varie città italiane, tra cui la partecipazione a “Seravezza Fotografia” 2018, tre collettive internazionali – in Danimarca Romania e Germania – e due progetti distinti esposti all’interno delle Mostre CIRMOF. Va fiero, inoltre, delle fotografie presenti al Museo di Reus in Spagna e di quelle relative alla celebre corsa Millemiglia, oggi esposte al Museo della Fotografia di Brescia. Da non dimenticare, infine, i moltissimi scatti pubblicati in cataloghi, riviste di settore e volumi, fra i quali “Il Pellegrino del 2000” Monografia FIAF e un libro storico dedicato a celebri imprese partigiane in Lunigiana.
La Mostra fa parte delle iniziative proposte dalla manifestazione PhotoFestival 2018.

(leggi comunicato stampa in PDF)